Arcidiocesi Cosenza-Bisignano

L’Istituto Superiore di Scienze Religiose “S. Francesco di Sales” di Cosenza ha origini molto lontane.
Nel 1963 ha inizio la Scuola Superiore di Cultura Religiosa per i religiosi e per i laici presso i locali concessi dalle Figlie della Carità Canossiane di Cosenza. Essa ha durata triennale.
Al primo anno di apertura si iscrivono alta Scuola più di centocinquanta laici e circa venti religiosi.
L’accoglienza favorevole del clero e del laicato impegnato e la pressante richiesta suscitata dal Concilio Vaticane li richiese sempre più una maggiore qualificazione della Scuola Superiore di Cultura Religiosa con un piano di Studi adeguato cosa che è fatta quasi subito a partire dall’anno 1967.
Le attività della Scuoia proseguono per diversi anni, tanto che l’otto novembre 1976 S. E. Mons. Enea SELIS, succeduto a S. E. Mons. Domenico PICCHINENNA decreta l’elevazione della Scuola Superiore di Cultura religiosa a Scuola Teologica Diocesana con un piano di studi quadriennale e con l’intento di fondare, di sviluppare la formazione teologica, in particolar modo dei laici secondo le direttive del Concilio e le rinnovate richieste del progetto pastorale della Diocesi, aggiungendovi nel contempo corsi pluriennali per la preparazione . al ministero ordinato di diacono e ai ministeri istituiti di lettore e di accolito.
Segue un periodo di perfezionamento dell’attività della Scuola Teologica Diocesana, mentre si fa sempre più insistente la richiesta di formazione spirituale e teologica dei laici impegnati, merito della vivacità dell’azione pastorale sviluppatasi negli ultimi decenni nelle varie parrocchie della Diocesi, e delle varie associazioni. gruppi e movimenti ecclesiali prime fra tutti l’Azione Cattolica Italiana e l’Associazione Maestri Cattolici Italiani.
L’otto settembre 1985, S. E. Mons Dino TRABALZINI succeduto a S. E. Mons. Enea SELIS decreta che la Scuola si chiami da quel momento Scuola Superiore di Scienze Religiose, per adattare la Scuola e le nuove necessità di ulteriore ricerca della realtà interdiocesana che si andava sviluppando.
L’Intesa tra Ministero della Pubblica Istruzione e la Conferenza Episcopale Italiana del 14 dicembre 1985 definisce e regolamenta il delicato settore dell’Insegnamento della Religione Cattolica.
È immediatamente seguente il riconoscimento dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Cosenza, da parte della Conferenza Episcopale Italiana che autorizza a rilasciare il “Diploma in Scienze religiose”, titolo di qualificazione valido per i laureati ad insegnare Religione Cattolica nelle scuole primarie e medie.
Il 21 luglio 1986 la Congregazione per l’Educazione Cattolica, a seguito del parere favorevole della Conferenza Episcopale Calabra, decreta per Cosenza l’istituzione dell’Istituto Superiore di Scienze Religiose, il quale può rilasciare ai suoi studenti, purché scelgano un piano di studi quadriennale et sub protestate atque ductum della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale il Diploma di Magistero in Scienze Religiose, grado accademico che abilita all’Insegnamento della Religione Cattolica non solo nella scuola primaria, ma anche nella scuola media di primo e di secondo grado.
Inizia così l’iter di riconoscimento da parte della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale che si conclude con l’approvazione il 13 marzo 1990.
La Congregazione per l’Educazione Cattolica ha approvato gli Statuti ad quadriennium experimenti gratia con Decr. prot. n. 481/86/13 del 24.04.1990.

CONGREGATIO DE INSTITUTIONE CATHOLICA
(DE SEMINARIIS ATQUE STUDIORUM INSTITUTIS)

Lectis seduloque perpensis Nota historica, 48 articulis et Studiorum ordinationibus adiectis, quibus STATUTA constant INSTITUTI SUPERIORIS SCIENTIARUM RELIGIOSARUM a “S. Francisco de Sales” nuncupati, in urbe v. Cosenza siti, atque sub potestate ductuque Facultatis Theologicæ Italiæ Meridionalis constituti; ea quæ in iisdem definiuntur ac statuuntur rata habet atque ad quadriennium experimenti gratia approbat, iisque ad quos pertinet præcipit ut eadem ad effectum fideliter adducant.
Datum Romæ, ex ædibus eiusdem Congregationis, die XXIV mensis Aprilis a. D. MCMXC.

CONGREGATIO DE INSTITUTIONE CATHOLICA
(DE SEMINARIIS ATQUE STUDIORUM INSTITUTIS)

Postulatione attenta Exc.mi ac Rev.mi D. D.ni Dini Trabalzini, Archiepiscopi Consentini, legitime præsentantis; cum compererit Institutum Superius Scientiarum Religiosarum, ab eadem Archidioecesi conditum ac moderatimi, iuxta normas a Sancta Sede pro huiusmodi Institutis manatas – Consilio Theologicæ Facultatis Italiæ Meridionalis omnino spondente – probe ordinari, ad Docentes in primis et studiorum programmata quod attinet; prolatas sibi preces libenter excipiens, idem
INSTITUTUM SUPERIUS SCIENTIARUM RELIGIOSARUM
in Cosentina urbe situm
hoc Decreto academice erigit erectumque declarat, ipsum simul constituens sub protestate atque ductu memoratæ Facultatis, Theologicæ Italiæ Meridionalis, cuius sit academicum gradum “Magisterii Scientiarum Religiosarum” per Institutum iis studentibus conferre, qui, quadriennale studiorum curriculum rite emensi, omnia iure præscripta feliciter compleverint iuxta peculiaria Statuta, a Facultate cum Instituto digesta atque a Congregatione pro Institutione Catholica approbata. Eiusdem Facultatis proinde erit continuo invigilare ad academicam Instituti condicionem diligenter servandam ac promovendam, ad Docentium præsertim qualitates studiorumque severitatem quod spectat, ceteris servatis de iure servandis; contratriis quibuslibet minime obstantibus.

Datum Romæ, ex ædibus eiusdem Congregationis, d. XXXI m. Julii a.D. MCMLXXXVI.

CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

La Presidenza della C.E.I.
VISTO
– La domanda relativa al riconoscimento dell’Istituto di Scienze Religiose di Cosenza, il parere favorevole della Conferenza Episcopale Regionale; lo statuto; il piano degli studi; i programmi ed i testi dei singoli corsi; i nominativi ed i titoli accademici dei docenti; la descrizione delle strutture di base; il numero degli studenti; la restante documentazione;
VALUTATE
le conclusioni motivate del Comitato per il Riconoscimento degli Istituti di Scienze Religiose circa la verifica dei requisiti strutturali e programmatici richiesti dalla Delibera n. 4 della XXVI Assemblea Generale “Straordinaria” della C.E.I.
ACQUISITO
il parere della Commissione Episcopale per l’Educazione cattolica, la cultura e la scuola
RICONOSCE
“ad triennium et experimentum”
detto Istituto autorizzandolo a rilasciare il “Diploma in Scienze Religiose” che, per l’indirizzo pedagogico-didattico costituisce anche titolo di qualificazione professionale ai sensi della “Intesa” concordataria 14.12.1985 per l’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche.

Roma, 15 luglio 1986

CONFERENZA EPISCOPALE CALABRA
Il Presidente
Alla Presidenza della
CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA
Circonvallazione Aurelia, 50
00165 ROMA

Nella sessione ordinaria, tenutasi nei giorni 7-8 Aprile e. a.;
visti i criteri deliberati nell’Assemblea della C.E.I. del 24 Febbraio 1986 per il riconoscimento degli Istituti di Scienze Religiose (cf. scheda n. 4);
La Conferenza Episcopale Calabra, ha espresso parere favorevole all’unanimità per l’Istituto di Scienze Religiose nella Diocesi di Cosenza.

Il 9 Aprile 1986